Tre fermate per Glasgow

landscape-2015-logo-843x321

Read more...

Il mese di settembre è alle porte e lo sono ben due delle tre gare, le tre fermate obbligate, che separano le nostre atlete del femminile alla data più importante degli ultimi anni: il mondiale qualificante di Glasgow a fine ottobre.

Tra pochi, pochissimi giorni, ci ritroveremo tutti a Fermo/Porto San Giorgio al Palasavelli per la seconda edizione della Golden League. Le prime quattro squadre classificate nel campionato di serie A1 (Brixia Brescia, Artistica 81 Trieste, Gal Lissone, Giglio Montevarchi) più otto individualiste si scontreranno per il podio GOLDEN.

L'appuntamento per la Golden è il 12 e il 13 settembre con la piacevole data del venerdì 11 dove si svolgeranno la prova podio e l'incontro con le ginnaste.

I biglietti si possono acquistare direttamente al PalaSavelli dal venerdì pomeriggio oppure online a questo link:
http://www.bookingshow.it/Golden-League/71426

_DS37080

Due settimane più tardi il mondo della ginnastica, stavolta al gran completo maschi e femmine, si ritroverà a Torino dove si svolgeranno gli Assoluti 2015. Nella stupenda cornice del PalaVela gareggeranno le migliori ed i migliori atleti italiani.
L'appuntamento a Torino è quindi per il 26 e il 27 settembre, Il teatro della manifestazione sarà il Palavela, uno dei simboli del capoluogo piemontese.

I biglietti possono essere acquistati attraverso la biglietteria online presente sul sito www.assolutiginnastica.it dove tramite una cartina multimediale dell’impianto si potrà scegliere il settore dal quale assistere alle gare.

Enrico Pozzo

Ma non possiamo fermare i motori, il mondiale è lì vicino che aspetta. Altre due settimane dopo, e precisamente sabato 10 ottobre a NOVARA al Palazzetto del Terdoppio, ecco la compagine italiana affrontare in questa amichevole di lusso, il premondiale più importante degli ultimi 3 anni, le squadre di Romania, Belgio e Spagna.

L'acquisto online dei biglietti di questa importante gara internazionale sarà possibile a partire dal 1 Settembre!!!! www.ginnasticasanpietromosezzo.it

Tre fermate speciali che portano alla gara delle gare: il Mondiale qualificante (per le Olimpiadi di Rio del 2016) che si svolgerà a fine ottobre a Glasgow.

_DS36074

Gli errori servono a crescere

11700991_447015938802909_6050634810918803395_o

Read more...

Vi ricordate la prima volta che Martina Rizzelli portò in gara il suo doppio avvitamento?

Eravamo agli EYOF nel 2013, si stava disputando la finale al volteggio. Martina partiva per ultima ed aveva due possibilità: fare o non fare il difficile DTY.

Non è un salto che si prova molto in prova, è faticoso e allo stesso tempo spaventa, soprattutto se non lo si è mai portato prima in gara. Farlo bene significava essere sul podio, sbagliarlo voleva dire chiudere la classifica.

Martina decise di farlo, lo sbagliò e arrivò ultima.

Come è continuata la storia lo sapete già...

Europei di Sofia 2014
Campionati del Mondo 2014
Europei di Montpellier 2015

EYOF 2015: l’inglese Joe Fraser vince il concorso generale

11146623_446950988809404_5623118779219169909_o

Read more...

Si è conclusa poco fa la finale AA maschile, che ha visto vincere l'inglese Joe Fraser, autore di una gara pressoché perfetta con 84.750 punti. Dietro di lui si sono imposti i due russi Maksim Sinichkin 83.250 e Artem Arnaut 82.700.
Quarto invece l'altro inglese Giarnni Regini Moran 82.050, che commette qualche errore di troppo e non riesce a confermarsi ai vertici.

Giornata "no" per i nostri azzurri, che dopo gli errori della prima rotazione non sono più riusciti a recuperare il divario che li separava dai migliori.
Dopo la super gara dell'altro ieri il desiderio di riconfermarsi in cima alla classifica era fortissimo, così come la tensione che purtroppo oggi ha avuto la meglio e gli esercizi ne hanno risentito. Luca Garza ha concluso in sedicesima posizione con 78.600 e Lorenzo Galli in diciannovesima con 77.800.
E' un vero peccato inutile negarlo, ma ricordiamoci e ricordatevi che siete all'inizio della vostra carriera, che queste sono esperienze importanti e che formano il vostro carattere da atleta e che sicuramente in futuro vi aiuteranno a fare meglio.

Futuro che poi non è nemmeno così tanto in là, visto che Lorenzo, Luca e Stefano hanno da affrontare ancora le finali di specialità... e lì, gli azzurri sanno stupire (Carlo insegna).

Dai ragazzi, via la rabbia e la delusione per oggi e fuori tutta la grinta per le finali!

EYOF 2015: la Russia si conferma, il Belgio sorprende

10984227_447001745470995_8062547229923772512_n

Read more...

Si è concluso poco fa anche il concorso generale per la femminile, dominato dalla russa Daria Skrypnik e dalla belga Axelle Klinckaert, entrambe hanno conseguito 55.750 punti, ma per la solita regola sull'esecuzione, ha vinto la russa.
Medaglia di bronzo per l'altra russa, Anastasia Ilyankova (55.500).

La gara di Caterina è stata buona, in linea con quella della qualifica, qualche imprecisione, ma nel complesso un solido punto di partenza per la sua carriera. Ha ottenuto 52.800, mezzo decimo in meno rispetto alla qualifica e si è piazzata all'undicesimo posto.
Martina invece, ha pagato qualche errore di troppo (trave e parallele) ed ha visto così sfumare la possibilità di avvicinarsi al podio. Oggi ha concluso al tredicesimo posto, ma Martina è grinta, energia e talento e saprà riscattarsi al più presto.
Forza Marti che sabato ti aspettano altre due finali, quella alla trave e quella al corpo libero... gambaaa!

Non bisogna dimenticare che Martina e Caterina sono entrambe del 2001, quindi fra le più piccole in gara oggi e che questa è stata la loro prima importante finale individuale e noi siamo orgogliosi di loro!

Forza ragazze, avanti tutta  ‪#‎RTT2020‬

Foto: FGI

EYOF 2015: storico argento per gli azzurri

EYOF GAM

Read more...

“I ragazzi sono pronti a stupire” queste le parole dei tecnici poco dopo la prova podio di Tbilisi ed infatti… aspettative ampiamente rispettate! Luca Garza, Stefano Patron e Lorenzo Galli portano l’Italia sul secondo gradino del podio, un bellissimo risultato che li vede dietro alla fortissima Gran Bretagna, ma davanti ad una delle scuole più antiche e forti del mondo, quella russa.

Una breve analisi tecnica degli esercizi che abbiamo avuto modo di vedere.

EYOF GAM 1

La gara è iniziata al volteggio, dove Stefano Patron ha presentato un buon tsukahara teso con 2 avvitamenti D 5.2, valore di partenza elevato per essere junior, salto molto ben eseguito soprattutto nella spinta nel secondo volo, peccato solo per l'arrivo leggermente scomposto (13.450). Stesso salto per Lorenzo Galli, che ha cercato maggiormente l’arrivo con l'apertura e le spalle, ma purtroppo fa un passo all’indietro e perde un pochino di esecuzione, tuttavia ottiene un buon 14.100. Luca Garza, che purtroppo non abbiamo visto, ha effettuato due salti (14.200 -13.400).

L’Italia è poi passata alle parallele, Luca ha presentato  granvolta, moy, dietro front alla verticale e uscita di valore C (0,30). Esercizio semplice come difficoltà, ma che curato nell’esecuzione (13.150). Molto buoni gli esercizi di Lorenzo (13.700) e di Stefano (13.500). Sbarra: Stefano Patron ha eseguito un esercizio preciso sull'angolazione degli elementi che devono finire in verticale, buono il salto Yamawaki, meno preciso l’Adler, ha aperto tardi, così come il giro dal dorso, impugnato tardi e all’orizzontale. Molto bella l’uscita, bravo! (13.300) Lorenzo Galli: difficoltà molto più elevate rispetto a quella di Patron, ha fatto anche un salto in più (Tkachev divaricato (valore C)) e un Adler con mezzo giro (valore D), davvero un ottimo esercizio a parte qualche sbavatura di esecuzione e il saltellino alla fine. (13.750). Molto bene anche Luca Garza, 13.600.

Corpo Libero: Lorenzo Galli ha presentato un esercizio ricco di difficoltà, da sottolineare la prima diagonale con una rondata doppio raccolto avanti (tabac) valore D, molto ben eseguita, peccato per il saltello lungo all’arrivo della seconda diagonale, salto dietro teso con 2 1/2 avvitamenti + salto avanti teso con 1/2 avv., molto buona infine l'ultima diagonale con il doppio avvitamento perfettamente stoppato. Lorenzo ha una bellissima tecnica, bravo! (13.250)

Il meglio di sé in questo attrezzo però lo ha dato Stefano, con un esercizio preciso e dinamico, 13.350. Luca Garza, 13.150.

Vi riportiamo di seguito i punteggi degli altri due attrezzi, che però non abbiamo avuto modo di vedere.

Cavallo:

Lorenzo Galli, 14.200
Luca Garza, 13.450
Stefano Patron, 13.750

Anelli:

Lorenzo Galli, 13.750
Luca Garza, 12.750
Stefano Patron, 12.500

Complimenti ragazzi, siete stati grandissimi!

Ma non è finita qui… un forte GAMBA a tutti per le finali, che inizieranno domani con quella all around, che vedrà impegnati Lorenzo Galli e Luca Garza.

A cura di Matteo Bugnolo
per Ginnastica Artistica Italiana

Ecco la start list per domani

START LIST