La Golden League, tra conferme e novità, l’ultima tappa prima di Nanning.

_SDT3520

Read more...

Sabato 13 e domenica 14 il PalaSavelli di Porto San Giorgio ha ospitato la prima edizione della Golden League, una competizione voluta ed ideata dal direttore tecnico nazionale Enrico Casella, che grazie all’appoggio e alla collaborazione della società organizzatrice, la Fermo ’85, l’ha resa possibile.

_DS37066

Già dal venerdì, il campo gara, seppur di dimensioni ridotte rispetto a quello che si incontra nelle competizioni internazionali, si presentava al meglio: l’attrezzatura Janssen-Fritsen, la moquette azzurra, il LiveGym, uno spogliatoio per ogni squadra, una equipe di massaggiatori a disposizione degli atleti, gli innumerevoli stand degli sponsor e, per la prima volta in assoluto in Italia, una vera e propria “signing session”, che si è tenuta proprio al termine della prova podio, anche quest’ultima per la prima volta aperta al pubblico.

_SDT1935

Un modo per rendere “Golden” anche i numerosi fan di questo sport, che hanno così avuto la possibilità di assistere alle prove e di incontrare per foto e autografi le migliori ginnasta d’Italia. E infatti al PalaSavelli c’erano proprio tutte le migliori ginnaste del panorama nazionale, ma non solo... a partire ovviamente dal capitano indiscusso del team azzurro, Vanessa Ferrari, che insieme alla campionessa italiana in carica Elisa Meneghini e alle olimpioniche Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Giorgia Campana ed Adriana Crisci hanno regalato uno spettacolo indimenticabile. Tante però anche i debutti di giovani promesse azzurre, come quello di Caterina Vitale (Jonica Gym), Francesca Noemi Linari (Brixia), Emma Novello (Forza e Virtù) e di Martina Maggio (Robur et Virtus).

_DS37085

La giornata di sabato, dedicata alla gara a squadre e al concorso generale, ha visto trionfare come era già avvenuto in tutte le tre tappe di serie A1, la Brixia Brescia di Folco Donati! Sul podio insieme alla Brixia, la Gal Lissone per l'argento e la Olos Gym di Roma per il bronzo. Quarto posto invece per la Forza e Virtù di Novi Ligure. Il concorso AA non poteva non essere vinto da Vanessa Ferrari, splendido DTY al volteggio, ottime le parallele e la trave. Immensa come solo lei sa fare al corpo libero: tsukahara avvitato, doppio  teso, tsukahara e doppio carpio le sono valsi un bellissimo 15.050, che sicuramente le dà la giusta carica per continuare la preparazione in vista dei prossimi Mondiali. Sul podio con Vanessa, le altre due certezza azzurre, Elisa Meneghini, medaglia d’argento ed Erika Fasana, bronzo.

_SDT3364

Impossibile non citare poi uno dei rientri più attesi, quello di Carlotta Ferlito, che ha scelto proprio la Golden League per tornare a tutti gli effetti in campo gara. Carlotta, dopo sei mesi dall’ultima competizione internazionale e un anno esatto dall’ultima uscita in Italia, ha presentato solo la trave, il suo attrezzo di punta, in quanto come poi ha affermato il DTNF Casella, sta ancora lavorando per riprendere al meglio anche gli altri tre attrezzi. Il 14.100 di sabato e il 14.300 di domenica confermano ciò che da sempre l’ha resa una specialista alla trave: eleganza, precisione, pulizia e dinamicità. In attesa di rivederla con il body della nazionale, cosa che potrebbe accadere già tra un mese e mezzo non possiamo che urlarle un forte “Gamba Carlo!”.

_DS37394

Rientrata finalmente al fianco della sua Olos anche la sorridente e solare Ilaria Bombelli, che con un nuovo e coinvolgente corpo libero ha solo scaldato i motori prima della serie A 2015, dove insieme alle sue compagne farà di tutto per riconfermare la squadra sul podio! Vale la pena citare poi quelle ginnaste che non abbiamo ancora avuto la fortuna di vedere in campi internazionale importanti, ma che possono contare su esercizi davvero buoni. A partire da Arianna Rocca, che continua a vincere le competizioni nazionali al volteggio sui due salti, ma che si conferma forte sia alla trave, che al corpo libero, dove al PalaSavelli ha presentato due diagonali davvero di livello, tsukahara e doppio teso!! E arriviamo poi a Sofia Bonistalli, tantissimi i miglioramenti che ha ottenuto in questo ultimo  semestre, si vede che il duro lavoro viene ripagato, splendido il doppio avvitamento al volteggio e buono anche il corpo libero, non è infatti un caso che Sofia stia affrontando la stessa preparazione delle ginnaste che partiranno poi per i Mondiali. Brava! Bellissima poi la trave di Lavinia Marongiu, sicura e precisa, non è facile controllare così bene l’emozione, stando infatti alle parole del DTNF sarà proprio lei ad aprire i Campionati del Mondo di Nanning sui 10 cm.

_SDT3769

_SDT3763

Il giorno delle finali ad attrezzo è servito invece a confermare ciò che già sapevamo, non è facile affrontare due giorni di gare consecutivi ed è proprio questo che ha spinto a creare la Golden League. La stanchezza fisica e mentale può spesso portare a commettere qualche errore di troppo e a tre settimane dai Mondiali era giusto testare anche questo lato della preparazione. Erika Fasana, vincitrice di un bronzo alle parallele e due ori, corpo libero e volteggio, dove vale la pena sottolineare il 15.000 dato al suo pressoché perfetto DTY è indubbiamente la ginnasta che ha retto meglio la stanchezza del giorno prima. Elisa Meneghini ha brillato alla trave con un bel 14.700 che le è valso l’oro, buonissimo l’avvitamento e mezzo al volteggio, ha purtroppo pagato un po’ la stanchezza al corpo libero, dove è caduta dal doppio teso, ma d’altra parte avendo centrato tutte e quattro le finali ha praticamente replicato una intera gara. Come lei anche Vanessa Ferrari avrebbe dovuto affrontare i quattro attrezzi di nuovo, ma dopo le finali al volteggio (bronzo), parallele (argento) e trave (argento) ha deciso di ritirarsi da quella al corpo libero. Vanessa dall’alto dei suoi 24 anni non ha certo bisogno di fare esperienza sul quadrato, conosce il suo fisico e sa fino a dove può spingersi, ha fatto quindi bene a risparmiarsi un ulteriore stress, lasciando così il posto a Martina Rizzelli, che ha potuto riscattare l’errore commesso alle parallele, mostrando un buon esercizio, ricco di difficoltà: doppio teso, tsukahara, doppio raccolto e doppio carpio.

_DS37596

I complimenti vanno poi ad Adriana Crisci per le gare affrontate, ma soprattutto per aver accettato di sfidare nuovamente se stessa con la nuova uscita alle parallele, complimenti a Desiree Carofiglio per il suo primo bronzo al volteggio, a Sofia Busato che ancora junior ha portato a casa ben due medaglie, un argento al volteggio e un bronzo al corpo libero, alla tre volte campionessa italiana agli staggi, Giorgia Campana, che ha qui riconfermato di essere la migliore vincendo l’oro con un buon 14.050, a Lara Mori, che ha vinto l’argento al corpo libero coinvolgendo il pubblico come in pochi sanno fare e infine complimenti anche a Martina Maggio, che ha affrontato la finale alla trave insieme alle “grandi” specialiste, possiamo dire tranquillamente che in comune con loro ha già carattere e grinta!

_DS37430

Un abbraccio virtuale va infine ad Alessia Leolini, che qualche settimana fa si è infortunata alla caviglia durante la preparazione per i prossimi Mondiali, ma come ha detto lei “il gioco non finisce finché qualcuno non dice basta” e quindi ha saputo stringere i denti continuando a lavorare per tornare a giocarsi fino in fondo la sua partita in campo gara e indubbiamente questo è il carattere che rende speciale lei e la nostra nazionale.

Complimenti a tutte ragazze, avanti così!!!

S.V.

_DS37628

Novara Cup: l’Italia c’è.

_FT08866

Read more...

Sabato 6 settembre allo Sporting di Novara, tra gli applausi e le urla di più di 2000 persone, è andato in scena il quadrangolare Italia, Svezia, Spagna e Belgio. Una gara che come scopo principale aveva quello di testare la preparazione fisica e mentale delle ginnaste in preparazione ai prossimi Campionati del Mondo, che si terranno a Nanning dal 3 al 13 ottobre.

Se per la Svezia, la Spagna ed il Belgio che hanno già ufficializzato il team mondiale, questa rappresentava l’ultima competizione importante prima della partenza, per l’Italia è stata invece una delle due gare che contribuiranno alla scelta definitiva del DTNF Enrico Casella, che dopo la Golden League di sabato 13 e domenica 14 settembre, annuncerà la squadra azzurra.

_DS36143

A vincere la Novara Cup è stata proprio l’Italia, con 222.450, che come abbiamo già detto deve darci la giusta carica per continuare a lavorare così. Brave ragazze!

Alle nostre spalle è invece arrivata la Spagna, con 214.600 punti. La squadra capitanata da Roxana Popa, ha particolarmente brillato alle parallele e al volteggio. La Popa, che a Novara si è piazzata al terzo posto nel concorso generale e che punta sicuramente a centrare anche questa finale mondiale, può indubbiamente contare su un buono corpo libero e un eccellente DTY, 9.1 di esecuzione per uno splendido 14.900!! Ottime anche le parallele, la sua nota di partenza D 6.1 è stata tra le più alte della giornata.

_DS37009

Terzo posto per il Belgio di Laura Waem e Gaelle Mys. La loro gara è stata lineare, due errori di troppo al corpo libero sono costati alla squadra qualche decimo di penalità di troppo, ma nel complesso possono ritenersi abbastanza soddisfatti. E’ stato indubbiamente un piacere rivedere in campo gara Julie Croket, rientrata a tutti gli effetti nel team nazionale dopo la rottura del legamento crociato anteriore che aveva subìto poche settimane prima di partire per i Giochi Olimpici di Londra.

_DS36118

Quarto posto invece per la Svezia. La squadra scandinava è sicuramente una delle più giovani del panorama europeo, il capitano, nonché la più “grande” del team, è l’argento europeo di Mosca 2013 alle parallele, Jonna Adlerteg, classe 1995. A lei l’arduo compito di condurre le giovani e ancora inesperte compagne di squadra, ai Mondiali di Nanning.

Gestire l’emozione non è mai facile, ci vuole esperienza ed è anche per questo che si partecipa a questo tipo di competizione. Emma Larsson e Kim Singmuang che hanno debuttato in nazionale agli EYOF di Utrecht, possono contare su quattro buoni esercizi e con un po’ più di sicurezza e  precisione saranno indubbiamente d’aiuto per la squadra anche a Nanning.

_FT07664

La Adlerteg invece, che ha presentato l’esercizio alle parallele più difficile della giornata (D 6.3), punterà sicuramente a centrare la finale alle parallele, cosa che purtroppo non aveva potuto fare l’anno scorso, quando una reazione allergica l’aveva costretta a rinunciare ai Mondiali di Anversa.

E l’Italia?

Beh, l’Italia c’è. Il team azzurro in gara sabato ha sicuramente mostrato un buon lavoro, l’estate passata in palestra al caldo e sotto la pioggia (purtroppo) sta dando i suoi frutti. Vanessa Ferrari, capitano indiscusso della squadra, ha vinto il concorso generale, presentando in tutti e quattro gli attrezzi delle interessanti novità. A trave spicca sicuramente la rondata più salto teso, alle parallele lo jaeger carpio, al volteggio ha ripresentato uno strepitoso DTY e al corpo libero ha inserito il collegamento del salto artistico al doppio teso. Quest’ultimo non ancora presentato in gara, ma lo abbiamo potuto ammirare nel riscaldamento.

_DS36847

Alle spalle di Vanessa e quindi seconda nel concorso generale, Erika Fasana. Anche la sua una gara pressoché impeccabile, ottimo DTY, buona la trave e buono il corpo libero, seppur semplificato, Erika ha infatti deciso di non presentare lo tsukahara avvitato, scelta probabilmente dipesa anche dal tipo di pedana scelta per questo incontro. Alle parallele ha invece presentato la novità del giro collegato allo Shaposhnikova, il che le ha concesso di ottenere un bel 13.850.

_DS36509

Buona anche la gara di Elisa Meneghini, che non riesce però a salire la classifica a causa di una caduta alla trave. La Novara Cup, così come la Golden League servono proprio a questo: confrontarsi prima con se stessi e poi con gli altri, per capire dove è necessario acquisire maggiore sicurezza. Buone le parallele e splendido il doppio teso che Elisa ha inserito in prima diagonale, così come l’uno e mezzo che ha stoppato al volteggio. Brava!

_DS36248

La terza migliore all arounder italiana è stata però, Lavinia Marongiu, il che non ci stupisce affatto, già agli Assoluti di qualche mese fa aveva dimostrato di essere una ginnasta completa e sicura di sé.

_DS36610

Bene anche se può sicuramente fare ancora meglio, Lara Mori. Buono il tempo triplo al corpo libero e bellissimo il doppio teso in uscita alle parallele! In questo attrezzo Lara ha presentato il secondo esercizio più difficile del team azzurro, la prima è ovviamente Vanessa, che parte da 5.8, ma zitta zitta anche il 5.6 di Lara si fa interessante.

_DS36462

Passiamo poi a Martina Rizzelli, l’altra comasca del gruppo: ottimo il corpo libero, bello il doppio teso e anche lo tsukahara, avevamo già notato e detto quanto Martina possa essere competitiva in questo attrezzo, dove guadagna il terzo miglior punteggio. La nuova coreografia e la nuova musica l’aiutano sicuramente ad esprimersi ancora meglio. Meno buono del solito il suo DTY, ha perso un po’ le gambe durante il salto, ma nel complesso ha portato a casa, e quindi alla squadra, un buon 14.400! Abbastanza bene le parallele, anche qui Martina sa fare di meglio, questo provvisorio 13.500 non può che migliorare la prossima volta.

_DS36854

La novità della squadra è sicuramente Sofia Bonistalli. Qualche errore di troppo alla trave, ma splendido l’arabian che presenta al corpo libero, così come l’altezza dei suoi salti alle parallele! Decisamente buono anche l’ avvitamento e mezzo al volteggio, che le permette infatti di ottenere un bel 14.100!

_DS36624

Niente AA per Giorgia Campana, che a causa di un dolore muscolare, come ha detto il DTNF Enrico Casella, è stata costretta a diminuire i carichi di lavoro. Si è così esibita solo a trave, dove ha ottenuto un buon 13,900 e a volteggio. Ci permettiamo di aggiungere che Giorgia ha un bellissimo nuovo corpo libero, abbiamo avuto la fortuna di ammirarlo in prova podio venerdì! Sperando di poterla rivedere al più presto sui suoi amati staggi le mandiamo un fortissimo GAMBA!

_DS36428

Ed ovviamente gamba a tutta la squadra azzurra che ritroveremo tra qualche giorno alla Golden League... forza ragazze!

S.V.

Tutti i punteggi della Novara Cup

_FT08879

Read more...

L'Italia si piazza al primo posto sul podio della Novara Cup, segue la Spagna, terzo il Belgio e al quarto ed ultimo posto si piazza la Svezia.

Qui sotto potete trovare le classifiche di squadra ed individuali. Abbiamo potuto vedere diversi esercizi rinnovati, nuove difficoltà, ritorni eccellenti, una bella gara insomma. Ne parleremo più avanti, per ora le classifiche.

Schermata 09-2456907 alle 22.22.28

 

Schermata 09-2456907 alle 22.24.28

Novara Cup, le prime immagini

_FT07624

Read more...

Ecco a voi, dalla prova podio di oggi pomeriggio, le prime immagini dalla Novara Cup.

Enjoy!!!

_FT07942 _FT07922 _FT07832 _FT07883 _FT07776 _FT07765 _FT07760 _FT07754 _FT07748 _FT07706 _FT07668 _FT07636 _FT07661

L’Italia di Novara!

_DS36086

Read more...

L'Italia? Non solo, in questa foto sotto abbiamo tutte le atlete ed allenatori della Novara Cup!
Gamba per domani da tutti noi!!!!

 

_DS36074