NAZIONALI GIAPPONESI 2017: KING UCHIMURA SI RICONFERMA, MURAKAMI UNA CERTEZZA

tokyo1

Si sono conclusi un paio di giorni fa i Campionati Nazionali giapponesi, che si sono svolti nel grande impianto Metropolitan Gymnasium di Tokyo, la città che tra poco più di tre anni ospiterà i Giochi Olimpici!!!

Durante la prima gara importante dopo le Olimpiadi di Rio, “King” Kohei Uchimura ha conquistato l’ennesimo oro assoluto: ha mostrato una performance solida su tutti e sei gli attrezzi portando a casa il decimo titolo consecutivo con un totale di 86.350, a soli 0.050 punti dal collega Yusuke Tanaka.

Il livello della competizione si è rivelato molto alto e, nonostante le precedenti esperienze internazionali, Kohei ha dovuto lottare dando il massimo, specialmente dopo il deludente quarto posto in qualifica.

Brillante l'esercizio di Kenzo Shirai al corpo libero, il suo attrezzo di punta (15.600) che, senza ulteriori errori, gli ha regalato il bronzo (complice anche la caduta alle parallele di Kenta Chiba e l'insicurezza di Wataru Tanigawa al cavallo).

Solo un nono posto per il membro della nazionale Ryohei Kato, non proprio al massimo della forma.

1) Kohei Uchimura 86.350

2) Yusuke Tanaka 86.300

3) Kenzo Shirai 86.100

Tra le donne trionfa Mai Murakami con un totale di 56.450 punti, pulita e costante per tutta la durata della gara. La Murakami si candida ad essere ancora la colonna portate della squadra. Gli “over 14” ottenuti al volteggio, alla trave e al corpo libero, potrebbero essere molto interessanti in ottica Mondiali…

Due cadute e un quarto posto con 53.500 per l’altra veterana Asuka Teramoto, che regala l'argento ad Aiko Sugihara. Terzo posto invece, per la neo senior Nagi Kajita.

1) Mai Murakami 56.450

2) Aiko Sugihara 54.450

3) Nagi Kajita 53.800

Guardando l’intera classifica ci si può immediatamente rendere conto di quanto la nazionale giapponese femminile stia lavorando per aumentare le D a parallele e a volteggio, due attrezzi che sommati alle già competitive travi e agli interessanti corpo liberi di Murakami e Miyakawa, potrebbero regalare sorprese… le stesse sorprese, che ogni Paese ospitante ambisce ai Giochi!

Articolo scritto, direttamente da Tokyo, da Giulia Lombardi per ©Ginnastica Artistica Italiana.

tokyo2 tokyo3

 

Leave a Reply