Blog Archives

Tag Archives: italia

C’è molto oltre il calcio

23559784_798830413621458_8930265096357819881_n

Read more...

Buona giornata a tutti con uno scatto di mini-Angy alla trave, a Combs la Ville, dove lo scorso fine settimana ha vinto ben 5 medaglie d'oro su 5 finali disputate!!!

Dispiace molto per quanto accaduto alla Nazionale di calcio, ma per quanto imparagonabili siano le due discipline, non ci si deve dimenticare che ci sono atleti che stanno portando alto il nome dell'Italia e nessuno lo sa... 🎯

Ph. Damien Lecatelier

12° TROFEO ANDREA MASSUCCHI: ITALIA – GERMANIA

23231202_794921390679027_24101809390088974_n

Read more...

Sabato 11 novembre si terrà a Mortara il 12esimo Trofeo Andrea Massucchi, un incontro internazionale maschile che quest'anno vedrà protagoniste le formazioni junior dell'Italia e della Germania. Questa importante gara vuole ricordare, nel 20° anno della sua scomparsa, il ginnasta mortarese Andrea Massucchi, medaglia d’argento mondiale al volteggio a San Juan di Portorico nel 1996.

I ginnasti convocati dal DTNM, sono:

LAY GIANNINI
NICOLO' MOZZATO
FABRIZIO VALLE
LORENZO CASALI
GIAN MARIA TOSTI
UMBERTO ZURLINI

La squadra sarà accompagnata dai tecnici Gianmatteo Centazzo e Riccardo Pallotta.

Unitamente al bilaterale di cui sopra, gareggeranno anche due formazioni nazionali senior, Italia A e Italia B.

I ginnasti convocati per questa gara sono:

NICOLA BARTOLINI
SIMONE BRESOLIN
FILIPPO CASTELLARO
TOMMASO DE VECCHIS
LUDOVICO EDALLI
MATTEO LEVANTESI
CARLO MACCHINI
ROBERTO MARZOCCHI
PAOLO MIGUEL NEGRO
STEFANO PATRON 
ANDREA RUSSO
MARCO SARRUGERIO

 

A GYOR IL PRIMO SUCCESSO FIRMATO #RTT2020

DSC_0196

Read more...

Dal 25 al 30 luglio si è tenuto a Gyor, in Ungheria, il Festival Olimpico Europeo della Gioventù. Un incontro internazionale multidisciplinare che coinvolge tutte le più giovani promesse olimpiche d’Europa. Fra gli sport protagonisti, anche la ginnastica artistica, da sempre una delle discipline a cinque cerchi più seguite ed amate.

La squadra maschile, composta da Nicolò Mozzato, Lay Giannini e Fabrizio Valle, ha ben figurato nel concorso a squadre, valido anche come qualificazione per le finali individuali. La “rinascita” della maschile è ufficialmente iniziata ed i primi risultati si erano già visti agli Europei di Cluj, ma anche i più giovani non sono voluti essere da meno.

DSC_0018

Nicolò ha centrato la finale AA e ben 3 finali ad attrezzo, ha svolto 15 esercizi su 15 senza particolari errori e si è portato a casa una più che meritata medaglia d’argento alla sbarra (con lo stesso punteggio del primo classificato)!

DSC_0163

Lay Giannini ha ben figurato nel concorso generale ed ha centrato la finale alle parallele, dove ha chiuso in quinta posizione, ma con la consapevolezza che se non avesse sporcato l’uscita, si sarebbe potuto giocare un posto sul podio. Buona esperienza anche per Fabrizio, finalista agli anelli ed impeccabile compagno di squadra.

DSC_0065

Tanto lavoro, serietà e concentrazione, sono questi i punti di forza che non possono mancare alla nostra piccola grande Italia ed è proprio su questi presupposti che si sta costruendo il futuro. Complimenti ragazzi, avanti tutta.

Discorso diverso per la femminile, che già da un paio di quadrienni è tra le migliori otto squadre al mondo e che sta lavorando per competere con le migliori tre senza essere da meno. Le nostre piccole FATE sono arrivate a Gyor con il solo obiettivo di vincere più medaglie possibili.

DSC_0201

Il programma tecnico #RTT2020 (Road to Tokyo 2020) che già da tre anni le vede protagoniste, sta dando i suoi primi importanti frutti. La squadra composta da Asia D’Amato, Alice D’Amato ed Elisa Iorio, è salita sul secondo gradino del podio, dietro alla grande Russia, la seconda squadra più forte al mondo. Le ragazze sono state protagoniste indiscusse al volteggio e alle parallele, dove hanno ottenuto i parziali più alti, mentre c’è da lavorare ancora alla trave, dove le ragazze proveranno ad aumentare i valori di partenza per poter competere sempre di più con le più forti. Da sottolineare comunque che dei sei esercizi alla trave presentati, tutti e sei si sono conclusi senza cadute ed errori gravi. Al corpo libero invece, l’Italia ha pagato un po’ la tensione della penultima e quasi decisiva rotazione: qualche imprecisione sugli arrivi non ha permesso alle ragazze di soffiare l’oro alla Russia e di qualificarsi per quella finale che le avrebbe viste quasi sicuramente di nuovo sul podio. Di finali però l’Italia ha comunque fatto incetta: Asia ed Elisa all around e volteggio, Asia ed Alice parallele e infine Asia anche alla trave.

Le conferme che questa Italia ha tutte le carte per scrivere nuove pagine di storia sono arrivate proprio nelle finali individuali. Asia si è resa protagonista nella finale a 24, dove ha vinto uno splendido argento, al quale ha contribuito anche un impeccabile doppio avvitamento al volteggio da 14.500, che è già diventato virale sui social. Buonissimo anche il quarto posto di Elisa, che a nostro avviso è stata penalizzata un po’ troppo alle parallele e al corpo libero. Quel mezzo decimo che l’ha separata dal podio AA, sarà presto colmato, ne siamo certi.

DSC_0087

La finale AA ha regalato grandi emozioni, ma sono indubbiamente state le finali ad attrezzo a lasciare tutti a bocca aperta. Non è infatti così semplice mantenere la concentrazione nelle finali a otto, soprattutto se queste sono le prime importanti finali individuali della carriera. Le nostre fatine però, hanno saputo mettere la marcia vincente: Asia ha portato a casa un bronzo al volteggio, con un DTY meno preciso del solito. I suoi due salti sono in assoluto i migliori d’Europa fra le junior e l’oro che si meritava in questo attrezzo è stato solo rimandato. Asia però, non si è fermata qui, ha infatti vinto un bronzo anche alle parallele e un bellissimo argento alla trave!

Elisa invece, ha portato a casa un bellissimo e meritato oro alle parallele. Successo già preannunciato a Jesolo, dove super Elisa aveva battuto persino le americane.

DSC_0186

20542843_10214531983279811_495238891_o

I grandi risultati che #RTT2020 sta dando alla nazionale azzurra si devono all’importante lavoro che ogni giorno queste ragazze svolgono in palestra, ma anche allo spirito di squadra che le contraddistingue. L’oro vinto da Elisa alle parallele infatti, è per metà anche di Alice, colei che di fatto aveva centrato insieme ad Asia la finale agli staggi. Una scelta tecnica che ha premiato il valore di partenza e di conseguenza la maggior possibilità di arrivare a medaglia, ha fatto sì che Elisa (qualificata con il sesto punteggio) prendesse il suo posto. Non è stato facile per Alice, rientrata in campo gara dopo il lungo recupero dall’infortunio al ginocchio, farsi da parte in un contesto così importante, ma Alice lo sa che questo è solo l’inizio, Alice lo sa che più l’Italia sarà forte più ci si troverà in situazioni simili, Alice lo sa, che quel successo fa bene alla squadra, a tutta la squadra. (E poi c’è una cosa che Alice forse ancora non sa, ma noi sì… arriverà il suo momento, eccome se arriverà!).

Siete grandi ragazze, siamo orgogliosi di voi.

DSC_0084 DSC_011620535875_10214531983239810_2103458167_o

- Silvia Vatteroni.

“UNA SQUADRA E’ FORTE QUANDO E’ UNA SQUADRA”

20229735_748817985289368_3782674709400286790_o

Read more...

E' un concetto che, come vi sarete accorti, sottolineiamo spesso e volentieri. E il perché è chiaro, è uno dei punti cardine del programma tecnico #RTT2020
La competizione interna non deve e non può mancare, ma è il modo in cui questa viene vissuta che fa e farà la differenza. 
Le ragazze, junior o senior, con esperienza o agli esordi, quando vengono chiamate ad allenarsi per la nazionale devono lavorare con il solo obiettivo di formare una squadra in grado di rappresentare al meglio l'Italia.
I trasferimenti nelle varie Accademie sono mirati proprio a questo, la coesione va insegnata, non pretesa.

Il lavoro procede bene e queste infatti sono le parole del DTNF Enrico Casella che annuncia che la squadra in partenza per l'Ungheria punterà all'oro e questo, nonostante, le assenze di Giorgia Villa e Sydney Saturnino, entrambe fermate da infortuni. La cosa da sottolineare è che, comunque, questo non ha cambiato né ridimensionato l'obiettivo della squadra, che resta quello di vincere più medaglie possibili. Obiettivo a cui ha lavorato molto bene anche Martina Basile, riserva, unicamente perché il formato prevede che a partire siano solo tre.

"Al nostro arco mancano due frecce, Giorgia Villa e Sydney Saturnino, bloccate da infortuni, mentre Martina Basile è stata in ballottaggio fino all’ultimo ed ha svolto in pieno il suo ruolo. Sono davvero molto soddisfatto per l’impegno che ci ha messo. Quella italiana è una nazionale coesa e compatta, pronta a puntare sempre più alto". (FGI)

Il nostro pensiero quindi questa sera va anche a loro tre: Giorgia, Sydney e Martina. Avanti tutta!!!

JESOLO 2017: ECCO L’ITALIA

17629793_693622567475577_7502883589409868251_n

Read more...

- Squadra senior ITALIA:

Francesca Noemi Linari
Martina Maggio
Desiree Carofiglio
Giada Grisetti

- Squadra Mix senior Belgio + Italia:

Nina Derwael
Senna Deriks
Axelle Klinckaert
Caterina Cereghetti

- Squadra Mix senior USA + Italia:

Trinity Thomas
Ashton Locklear
Victoria Nguyen
Sara Berardinelli

- Individualiste senior Italia:

Lara Mori (solo UB)
Sofia Busato (solo VT)

- Squadra Italia junior 1:

Asia D'Amato
Alice D'Amato
Elisa Iorio
Giorgia Villa

- Squadra Italia junior 2:

Benedetta Ciammarughi
Martina Basile
Sydney Saturnino
Matilde De Tullio

- Italia young:

Alessia Federici
Simona Marinelli
Camilla Campagnaro
Giulia Cotroneo

- Italia speranze + USA:

Serena Napolitano
Veronica Mandriota
Marta Morabito
Olivia Dunne