Ecco spiegata la riforma della FIG

Pochi giorni fa, vi abbiamo parlato della riforma della FIG sul sistema di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Ed ora che abbiamo tradotto e studiato il documento ve lo proviamo a spiegare in poche e semplici parole.

Come ci si qualifica per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020?

– Mondiali 2018
– Mondiali 2019
– Campionati Continentali
– World Cup Series

1)  MONDIALI 2018 e MONDIALI 2019 (stesso schema, stesse regole).

Squadra: 4 ginnasti + 1 riserva + 2 ginnasti individuali
3 ginnasti individuali per le Federazioni che non hanno la squadra.
Qualificazioni:
squadra: 4-4-3
2 ginnasti individuali possono fare da 1 a 6 attrezzi per la GAM e da 1 a 4 per la GAF. (I punteggi non contano per la squadra).
3 ginnasti individuali possono fare da un attrezzo all’AA.
Finali:
squadra: 4-3-3
Concorso generale: i migliori 24 che hanno fatto l’AA fra tutti, passano al massimo 2 ginnasti per Federazione.
Finali ad attrezzo: i migliori 8 per attrezzo fra tutti, passano al massimo 2 per Federazione.
Le migliori 3 squadre dei Mondiali del 2018 si qualificano automaticamente per le Olimpiadi di Tokyo.
Tutte le altre squadra si giocheranno le qualificazioni ai Mondiali del 2019. Qui si qualificheranno le migliori 9 squadre, senza tener conto di quelle già qualificate l’anno prima.

MONDIALI 2019

Si qualificano di  diritto anche i primi tre medagliati di ogni attrezzo. Un ginnasta può qualificarsi per più di un attrezzo, ma avrà solo un posto per le Olimpiadi. Se il ginnasta è già qualificato con la squadra, si andrà a qualificare il prossimo fino all’ottavo classificato nella finale. Altri 12 qualificati saranno presi dalla classifica All Around, 1 ginnasta per Nazione. Il posto qui è nominativo. Se il ginnasta è già qualificato con la squadra, si va a vedere il successivo in base alla gara di qualifica.

2) CAMPIONATI CONTINENTALI (per noi equivalgono agli Europei).

I campionati continentali si svolgono nel 2018 e 2019 tra maggio e giugno, mentre nell’anno olimpico (2020) tra aprile e maggio e risultano qualificanti per le olimpiadi. Le regole di partecipazione sono stabilite in base a quanto deciso dal comitato continentale.
Tutte le federazioni affiliate all’unione continentale devono avere la possibilità di partecipare.
Si qualificano quindi dai campionati continentali del 2020:
– i ginnasti che si sono qualificati come primi nell’ AA nella gara di qualifica dei campionati continentali (solo il primo), un posto solo per Comitato Olimpico Nazionale.

3) ALL-AROUND WORLD CUP (CII) DEL 2020 – max 4 tappe:

Partecipanti: i migliori 16 ginnasti della gara di qualificazione dei campionati del mondo del 2019; al massimo un ginnasta per ogni federazione ma i ginnasti per ogni tappa possono essere diversi. La classifica finale è stabilita dalla somma totale del numero di punti.
I migliori tre ginnasti all-around si qualificano direttamente per le Olimpiadi.

4) 2020 WORLD CHALLENGE CUP (WCC) – max 6 tappe:

Partecipanti: inizialmente ogni federazione aveva il diritto di partecipare alle WCC con un massimo di due ginnasti per attrezzo ma per ragioni organizzative è stato deciso un limite massimo di 150 partecipanti. La priorità è stata data alle federazioni che hanno le migliori posizioni in qualifica per ogni singolo attrezzo nei mondiali del 2019.
Si qualificano quindi per le olimpiadi i primi qualificati per ogni attrezzo, la classifica finale è data dalla somma dei punteggi ottenuti tappa dopo tappa.

5) POSTO DEDICATO AL PAESE OSPITANTE:

Se il paese ospitante non si è qualificato né dopo i campionati del mondo del 2019, né con le All Around World Cup, le World Challenge Cup o i campionati continentali, si va a vedere il miglior ginnasta in qualifica nei campionati del mondo del 2019 (2 per nazione, 1 per la maschile e uno per la femminile) avrà il diritto di partecipare alle olimpiadi. Il posto risulta essere però nominativo.

 

Schermata 2015-05-21 alle 18.03.09

Una volta chiarito come ci si qualifica per le Olimpiadi di Tokyo, ecco invece il nuovo format delle gare olimpiche.

OLIMPIADI TOKYO 2020

Partecipanti:
– squadra: 4 ginnasti (senza riserva) + 2 ginnasti individuali.
– solo i Paesi che non hanno la squadra, portano i ginnasti qualificati individualmente.

Qualificazioni:
– squadra: 4-4-3
– i 2 ginnasti individuali specialisti possono gareggiare agli attrezzi per i quali si sono qualificati loro o il Paese che rappresentano (i loro punteggi non contano per la squadra).
– i ginnasti individuali qualificati come AA, possono fare da 1 a 4 attrezzi per la femminile, da 1 a 6 per la maschile (i loro punteggi non contano per la squadra).

N.B. Se un ginnasta della squadra si infortuna prima delle qualificazioni, può essere sostituito da uno dei 2 ginnasti specialisti. Il ginnasta sostituito poi non potrà più gareggiare.

Finali:
– squadra: si qualificano le migliori 8. Il formato è 4-3-3.
– concorso generale AA: si qualificano i migliori 24 ginnasti, indipendentemente da che abbiano gareggiato con la squadra o individualmente. Si qualificano al massimo 2 per ogni Federazione.
– finali ad attrezzo: si qualificano i migliori 8 ginnasti di ogni attrezzo, indipendentemente da che abbiano gareggiato con la squadra o individualmente. Si qualificano al massimo 2 per ogni Federazione.

Un commento

  • Claudia

    22 maggio 2015 at 14:45

    Dai ma mancano dei pezzi. Se non sapete i dettagli non fateli certi articoli.

    Lo sapete che si qualificano anche i medagliati dei Mondiali? E se le loro squadre sono già qualificate si va a ripescare fino all’ottavo classificato nella finale? I posti sono nominativi!

    Poi vi siete dimenticati che dei posti saranno messi in palio attraverso l’all-around dei mondiali 2019.
    Quindi 12 posti agli all-arounder e altri 12 agli specialisti, nel complesso.
    Poi vi siete dimenticati delle wild card.

    Rispondi

Lascia un commento